LarioArea (larioarea) wrote,
LarioArea
larioarea

Про священника из гордка Лальо

Don Mauro Stefanoni rende dichiarazioni spontanee. La sentenza attesa per il 4 giugno 2010

  http://milano.corriere.it/

Pedofilia, ex parroco di Laglio: «Non sono come gli altri preti. Io sono innocente»

Il religioso del comasco condannato a 8 anni in primo grado per violenze a ragazzo disabile respinge le accuse

 MILANO - «Non voglio essere paragonato ai preti pedofili, ma non ho paura della condanna, non ho paura di essere condannato per ciò che non ho fatto; esiste un altro giudice di cui bisogna avere paura». Così don Mauro Stefanoni, 41 anni ex parroco di Laglio (Como) nel corso delle sue dichiarazioni spontaneee che ha fatto nell'udienza davanti alla prima corte di Appello di Milano dove è alla sbarra per i reati di violenza sessuale aggravata. In primo grado don Mauro, venne condannato a otto anni di reclusione il 29 maggio dello scorso anno dal Tribunale di Como. Il sacerdote è accusato di aver abusato sessualmente in un ragazzo affetto da disabilità mentale, all'epoca quindicenne, a lui affidato e che frequentava l'oratorio della parrocchia del paese celebre perchè l'attore George Cooney ha comprato una villa sul lago. L'udienza è stata aggiornata per la replica delle difese al 4 giugno prossimo, quando presumibilmente ci sarà la sentenza.

Il pg Piero De Petris ha chiesto la conferma della condanna di primo grado: otto anni di reclusione. Don Mauro, maglione blu su un paio di pantaloni grigi, si è rivolto alla Corte spiegando di essere innocente e ricordando ai giudici l'esito di una perizia medica che dimostrerebbe la impossibilità per il sacerdote ad avere rapporti sessuali. «È stato come se avessi affrontato i tre stadi di una malattia quando questa storia mi è caduta addosso -ha detto il sacerdote - la prima fase è l'incredulità, la seconda è la rabbia, la terza la rassegnazione. Ma come fa un cittadino normale a dimostrare la sua innocenza? Come fa? Che strumenti ha per dimostrare la sua innocenza? l'unica cosa che mi è rimasta è l'orgoglio,una fiammella ancora accesa che mi fa dire che io non sono come i preti pedofili».

Secondo le accuse, il sacerdote avrebbe abusato sessualmente del ragazzo dall'agosto del 2003 all'ottobre del 2004. All'epoca dei fatti vescovo di Como era Alessandro Maggiolini che quando venne aperta l'inchiesta decise di non spostare il prete da Laglio («non sapevamo se le accuse erano fondate») e che finì sul registro degli indagati per favoreggiamento, assieme ad altri due sacerdoti, perchè avrebbe informato don Mauro dell'esistenza delle indagini a suo carico. Maggiolini era successivamente deceduto. L'inchiesta era stata aperta a fine 2004 su denuncia dei genitori del ragazzino, sulla scorta delle indicazioni di un sacerdote straniero (un prete polacco) «applicato» alla parrocchia di Laglio, e degli insegnanti di scuola. Il 20 maggio 2005, anche per il fatto che don Stefanoni era comunque rimasto alla guida della parrocchia, la procura di Como aveva chiesto e ottenuto gli arresti domiciliari del prete, rimasto per sei mesi a casa dei genitori a Cantù. Una perizia del tribunale aveva poi riscontrato al sacerdote un difetto anatomico che lo rendeva incompatibile ad alcune delle violenze denunciate del ragazzino. Aspetto riconosciuto anche dal pm, che nella requisitoria, valutando le dichiarazioni contraddittorie della vittima, si era detta sicura che un vero e proprio rapporto non vi fu mai, come invece aveva riferito il ragazzo. La pubblica accusa, tuttavia, aveva chiesto la condanna ritenendo il ragazzino comunque attendibile riguardo gli altri atti denunciati. Di parere opposto l'imputato e legali, secondo i quali in aula la vittima aveva sostanzialmente ritrattato ogni accusa ed era da considerare inattendibile.


23 aprile 2010
Subscribe

Recent Posts from This Journal

  • День Папы и 2 видео

    День Папы отмечается сегодня в Европе. Выбор дня Связан с тем, что 19 марта – день San Giuseppe, Иосифа Обручника. По этому поводу хотелось…

  • Книжный в Комо.

    Любимое место в городе Комо – площадь Сан-Феделе и книжный магазин «Ubik». Смотреть дальше Раньше здание церкви святого…

  • Джованни Гастел

    Фотограф, поэт. Такие многогранные личности и называют на итальянском «artista», человек искусства. Его имя неразрывно связано с…

  • Post a new comment

    Error

    default userpic

    Your IP address will be recorded 

    When you submit the form an invisible reCAPTCHA check will be performed.
    You must follow the Privacy Policy and Google Terms of use.
  • 0 comments